“A Cerveteri e Ladispoli i Comuni impongano le mascherine obbligatorie nel fine settimana”

0
146

Se aveva destato scalpore un mese fa l’iniziativa del sindaco di Bracciano, Armando Tondinelli, di emettere un’ordinanza che obbliga vai cittadini all’uso della mascherina il venerdì ed il sabato in tutto il centro storico, ora nel nostro comprensorio si inizia a comprendere che quell’allarme era seriamente fondato. Dalla fine della quarantena, infatti, anche sul nostro litorale in troppo hanno pensato che il Covid fosse morto e sepolto e che il problema non esistesse più. L’impennata di contagi, soprattutto di ritorno dall’estero, e l’atteggiamento irresponsabile di troppi giovani, hanno riaperto un fronte che occorre non sottovalutare per non ripiombare nel lockdown. E così da Santa Marinella è arrivato il monito del sindaco Tidei che annuncia di voler imporre le mascherine nel fine settimana per evitare che la movida estiva si tramuti in fonte di contagi da corona virus. Una presa di posizione importante per ricordare, soprattutto ai giovani, che il Covid non è ancora stato sconfitto e che occorre prudenza in attesa dell’arrivo del vaccino. L’iniziativa di Bracciano prima e Santa Marinella ora non è passata inosservata al Codacons che, da settimane, invita le amministrazioni comunali del litorale a sensibilizzare la gente sull’uso delle mascherine e dei guanti. “Plaudiamo alla scelta del sindaco Tondinelli  e del sindaco Tidei – spiega il coordinatore del Codacons, Angelo Bernabei – a conferma di come sia fondamentale non abbassare la guardia contro il Corona virus. Invitiamo ufficialmente i sindaci di Cerveteri e Ladispoli a seguire l’esempio di Bracciano, obbligando i cittadini nei fine settimana ad indossare la mascherina. E mantenere l’obbligo di indossare la mascherina quando si entra nei negozi e nei luoghi pubblici. Le due cittadine sono a vocazione turistica, si registrano assembramenti nei week end, sarebbe doveroso applicare questa ordinanza che tutela la salute pubblica. Attendiamo un segnale dai sindaci Pascucci e Grando, da sempre in prima linea per difendere la sicurezza della popolazione. I due nuovi casi di Covid registrati ieri a Ladispoli confermano che la guardia deve essere tenuta alta”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here