Lago Mesca (Reggio Emilia), morto un 58enne durante una camminata sull’Appennino

L'elisoccorso intervenuto per soccorrere l'escursionista
Malore fatale per un 58enne impegnato in una camminata sull’Appennino Reggiano nella zona del Lago Mesca. L’uomo, residente a Reggio Emilia, dopo avere lasciato la propria macchina a Sussiso Nuovo, si è incamminato, in compagnia della cognata e della suocera il sentiero che: arrivato quasi in prossimità del bacino naturale a quota 1500 metri, si è accasciato a terra privo di conoscenza. Sul posto, inviato dal 118 cui la cognata aveva lanciato l’allarme, un elicottero decollato da Pavullo nel Frignano con a bordo un tecnico di elisoccorso e la squadra del Soccorso Alpino e Speleologico, della stazione Monte Cusna. Il personale sanitario ha iniziato subito la rianimazione cardio polmonare che si protratta per molti minuti, senza esito: il medico dell’elicottero non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Alla luce di quanto accaduto, anche le due donne hanno accusato un malore: condotte in l’elicottero al campo sportivo di Succiso Nuovo sono state affidate ad una ambulanza. Successivamente l’elicottero è ritornato in quota e ha recuperato la salma con il verricello portandola al campo sportivo, dove sono giunti anche i Carabinieri e i Vigili del Fuoco.