Lampedusa, sbarcati altri 276 migranti per un totale di circa 1.400

Gli ultimi migranti sbarcati a Lampedusa
Altri 276 migranti sono arrivati la notte scorsa a Lampedusa dove, nell’arco di otto ore, si sono registrati sette sbarchi. Persone che sono andate ad aggiungersi ai 250 arrivati, con sei imbarcazioni, ieri. Fra hotspot e Casa della fraternità – locali della parrocchia gestiti dal sacerdote Carmelo La Magra – ci sono, al momento, nell’isola delle Pelagie circa 1.400 migranti. Gli sbarchi della notte sono stati composti da un minimo di 6 tunisini ad un massimo di 72 persone, compresi libici e subsahariani. Le imbarcazioni sono state, per la maggior parte, soccorse dalle motovedette della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza. C’è stato però chi – erano in 10 – è riuscito ad arrivare fino al molo Madonnina, mentre 72 sono stati rintracciati dai carabinieri dopo l’approdo a Cala Francese. “Stiamo pensando come Lega di denunciare l’attuale governo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”. Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini a una colazione elettorale a Marina di Pisa. “I nostri avvocati stanno studiando una denuncia per favoreggiamento all’immigrazione clandestina” da presentare “verso gli attuali vertici del governo”, ha proseguito aggiungendo: “Ringrazio il sindaco di Trapani e altri sindaci d’Italia che difendono i loro cittadini”. Il riferimento è al divieto di sbarco per migranti e personale della nave Aurelia, destinata alla quarantena e con 273 migranti a bordo, imposto dal sindaco della città siciliana. “Io andrò a processo il 3 ottobre a Catania per aver bloccato gli sbarchi, secondo me dovrebbero invece andare a processo coloro che gli agevolano e spendono milioni di euro di denaro pubblico per mettere su una nave queste persone”.