Usa, afroamericano ucciso dalla polizia a Lafayette in Louisiana

I poliziotti con a terra l'afroamericano in Louisiana
Un afroamericano è morto a Lafayette, in Louisiana, dopo essere stato crivellato da 11 colpiti esplosi da agenti di polizia che prima avevano usato contro di lui anche la pistola taser. Lo ha confermato la Louisiana State Police, che ha identificato la vittima come Trayford Pellerin, di 31 anni. Un testimone ha detto al giornale locale Daily Advertiser che Pellerin, che sembra avesse in mano un coltello, era stato colpito con la pistola taser ma continuava ad avvicinarsi ad un negozio di un distributore di benzina. I fatti risalgono a venerdì notte e sabato su Twitter è stato postato un video. Sono stati sei gli agenti che hanno puntato le armi contro l’uomo, che aveva raggiunto la porta del negozio. “Quando ho sentito gli spari non potevo neanche tenere il mio telefono per filmare, ero spaventato, sono traumatizzato, ho sempre sentito queste cose ma non avrei mai pensato di assistervi”, ha detto il testimone Rickasha Montgomery all’Advertiser. Pellerin è stato trasportato in ospedale dove è morto a seguito delle ferite. La polizia dello stato ha avviato un’inchiesta sulla sparatoria. L’uomo che ha postato il video, Gary Chambers, ha scritto di averlo pubblicato “prima che la polizia ed i media ci dicano tutto su quest’uomo, prima che ci diano i nomi dei funzionari governativi che hanno sparato contro di lui. Posto questo video perché è un essere umano – ha concluso – e il governo lo ha ucciso”.