Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), commozione per il ricordo delle 51 vittime del terremoto del 24 agosto 2016

Una vista dall'alto di Arquata del Tronto dopo il devastante terremoto del 2016
Commozione e raccoglimento alla cerimonia tenuta nel tardo pomeriggio ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) in memoria delle vittime del terremoto del 24 agosto 2016, – 299 di cui 51 nel Comune di Arquata – in occasione del quarto anniversario. La rabbia per la ricostruzione ancora ferma al palo, ha lasciato il posto al silenzio rotto dalle parole del vescovo di Ascoli, monsignor Giovanni D’Ercole che ha officiato la cerimonia nel giardino di Pescara del Tronto dedicato ai deceduti del sisma, che ospita il monumento in loro memoria. I rintocchi della campana hanno scandito la lettura del lungo elenco dei nomi delle vittime del sisma di Arquata. Per le restrizioni anti-Covid 19, quest’anno non ci sarà la fiaccolata notturna come avvenuto negli anni scorsi. Presente in fascia tricolore anche il sindaco di Arquata Aleandro Petrucci, nonostante le condizioni di salute non buone, salutato da un applauso affettuoso. C’erano anche il commissario per la ricostruzione Giovanni Legnini e il presidente della Regione Marche Luca ceriscioli.