Taglio dei parlamentari, Calenda attacca Di Maio: “Ma con che faccia vieni a spiegarci la nobiltà di un taglio fatto a cavolo? Tagliati tu, poi ne riparliamo”

Il leader di Azione, Carlo Calenda e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio
“Un poco di pudore. Vi siete annullati il limite dei due mandati dopo averci rotto le balle per anni sulla vostra ‘diversità’ e sulla politica come impegno civico a termine. Ma con che faccia vieni a spiegarci la nobiltà di un taglio fatto a cavolo? Tagliati tu, poi ne riparliamo”. Così Carlo Calenda ribatte a un tweet di Luigi Di Maio sul referendum sul taglio dei parlamentari nel quale il ministro scriveva: “Oggi chi dice no al taglio dei parlamentari, dice no a un risparmio di quasi mezzo miliardo di euro a legislatura e a un sistema più efficiente”.