Usa, l’uragano “Laura” perde potenza: ora è di “categoria 2”

L'uragano Laura in una fotografia satellitare
Quando l’uragano Laura si è abbattuto a riva vicino al confine tra Texas e Louisiana, ha perso potenza ed è tornato alla “categoria 2”, dopo aver sfiorato la 5, con venti della velocità di 177 chilometri orari. Il centro dell’uragano è al meno a circa 70 chilometri a nord da Lake Charles, in Louisiana. Continuerà a indebolirsi e probabilmente tornerà a essere una tempesta tropicale mentre si dirige verso l’Arkansas. Ci si attendeva una violenta tempesta di categoria 4, che avrebbe provocato, secondo i meteorologi, inondazioni letali e danni diffusi. Laura ha rischiato di essere un uragano di proporzioni storiche, con la velocità del vento all’approdo superiore a quella del devastante Katrina del 2005. Il fenomeno, in rapido movimento è esploso di intensità ieri e ha continuato a guadagnare forza nella notte, con venti sostenuti di 240 chilometri orari, per tornare a diminuire solo stamattina. Laura è “un formidabile uragano” che potrebbe sollevare onde di tempesta “a cui non si può sopravvivere”, con venti estremi e allagamenti istantanei: è l’avvertimento lanciato dal National Hurricane Center (Nhc) americano, poche ore prima dell’arrivo sulle coste di Texas e Louisiana. Onde alte fino a sei metri potrebbero riversarsi sulle coste penetrando all’interno anche per decine di chilometri, ha spiegato l’Nhc prima che diminuisse la sua intensità e ipotizzando anche che potesse raggiungere categoria 5. Laura era stata innalzata a categoria 4 dopo aver guadagnato il 70% di forza in 24 ore, con venti che soffiano a 220 km orari. A mezzo milione di persone è stato chiesto di trasferirsi in vista del passaggio della tempesta.