Coronavirus, il presidente Trump ammette: “Ho cercato di ridurre la pericolosità del Covid per non creare panico”

Il presidente Usa Donald Trump
Donald Trump non nega che sapeva in anticipo della pericolosita’ del coronavirus, come ha ammesso nelle sue interviste (registrate) al celebre giornalista del Watergate Bob Woodward per il suo libro ‘Rage’, ma ha spiegato di aver agito in un modo che pensava riducesse il panico. “L’ultima cosa che volevo era creare il panico”, ha detto in una conferenza stampa.