Confermata in Appello la condanna per pedofilia per Gabriele Paolini, il ‘disturbatore della tv’

Gabriele Paolini
Confermata in Appello la condanna a cinque anni per il disturbatore tv Gabriele Paolini accusato di aver avuto rapporti nel 2013 con minorenni in cambio di denaro e regali. I reati contestati sono produzione di materiale pedopornografico e tentata violenza sessuale. Nel giugno del 2017 Paolini era stato condannato cinque anni di reclusione dai giudici della V sezione penale del Tribunale di Roma. Sentenza confermata oggi dai giudici della Terza Sezione della Corte d’Appello. Per i fatti contestati nel novembre del 2013 era finito in carcere, poi tornato libero dopo qualche mese.