Cerveteri: carrozziere e autolavaggio abusivi

Immagine di repertorio

Una discarica abusiva di 1000 mq. con sversamenti pericolosi è stata scoperta a Ladispoli. Ad Anguillara lavoratori in nero in attività non autorizzate

 

Operazione finalizzata al contrasto dei reati ambientali, messa in piedi dalla Guardia di finanza del Gruppo di Civitavecchia e in particolare dalla locale compagnia e da quella di Ladispoli con il supporto della sezione aerea di Pratica di Mare, fornita di sofisticate attrezzature. I militari delle fiamme gialle hanno ispezionato numerose aree del territorio, riscontrando una lunga serie di anomalie che hanno portato alla denuncia a piede libero di quindici persone. A Civitavecchia gli operatori della caserma Bruzzesi hanno individuato in zona Marangone un’area di circa 5mila metri quadri, adibita a deposito abusivo di 155 estintori scaduti e non funzionanti. Attraverso le etichettature i finanzieri sono riusciti a risalire al responsabile che è stato denunciato a piede libero con obbligo di ripristinare i luoghi. Le verifiche si sono poi spostate nella zona di Anguillara e Cerveteri, dove sono state scoperte cinque attività abusive, quattro carrozzerie e un autolavaggio. L’attività veniva svolta in assenza di qualsiasi autorizzazione su un’area complessiva pari a circa 20mila metri quadri, con sversamento sui terreni di rifiuti speciali che avrebbero potuto inquinare le falde. La Guardia di finanza, all’interno dell’autolavaggio, ha riscontrato la presenza di quattro lavoratori in nero. L’intera area è stata sequestrata e tredici persone sono state deferite all’Autorità giudiziaria per reati ambientali. A Ladispoli invece i militari del Gruppo Gdf hanno trovato una discarica abusiva di circa 1000metri quadri, composta prevalentemente da rifiuti di edilizia. Anche in questo caso il responsabile è stato denunciato a piede libero.