Omicidio di Pamela Mastropietro: confermato l’ergastolo per il nigeriano Innocent Oseghale

Pamela Mastropietro, la ragazza uccisa a Roma nel quartiere San Lorenzo
Confermata ad Ancona dalla Corte d’assise d’appello la condanna all’ergastolo con isolamento diurno di 18 mesi per Innocent Oseghale, 32enne pusher nigeriano, per l’omicidio della 18enne romana Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi il 30 gennaio 2018 a Macerata. Le accuse sono omicidio volontario aggravato della violenza sessuale, vilipendio, distruzione e occultamento di cadavere. “Una sentenza che ci aspettavamo, si era già capito vista l’aria che tirava da stamattina” ha detto l’avvocato Umberto Gramenzi, difensore insieme a Simone Matraxia di Innocent Oseghale, commentando la conferma della condanna all’ergastolo per l’imputato. “Ricorreremo in Cassazione perché, a nostro avviso, si sono verificate violazioni di legge che la Corte dovrà accertare”.