Santa Marinella, il 24 ottobre l’inaugurazione della nuova casa comunale

Il nuovo Comune di Santa Marinella
Confermata per sabato prossimo. 24 ottobre alle ore 17 l’inaugurazione ufficiale della nuova casa comunale di Santa Marinella realizzata all’interno del vasto compendio immobiliare di via Cicerone. Una data storica per la cittadina che da oltre 50 anni attende di possedere un municipio degnamente rappresentativo, per l’occasione il Sindaco Pietro Tidei ha inviato tutta la cittadinanza a partecipare all’evento che si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti-Covid e che permetterà di poter visionare anche tutti i nuovi spazi e uffici pubblici allestiti all’interno dell’ex istituto delle suore Benedettine ceduto in affitto nell’attesa di perfezionare, entro due anni, il contratto  di compravendita a favore del Comune di Santa Marinella. Sono terminate proprio in questi giorni tutte le operazioni di trasferimento degli uffici un tempo, dislocati in diverse sedi distaccate I prime a trasferirsi nei nuovi locali, tutti spaziosi e a norma erano stati gli impiegati dell’ufficio urbanistica e demanio, quindi è stata la volta degli uffici ragioneria e dell’intera segreteria del sindaco Tidei e dei servizi sociali. “In attesa di formalizzare anche l’atto d’acquisto al costo di poco piu di tre milioni, a fronte di un valore immobiliare di oltre 5 milioni di euro – ricorda il sindaco Tidei – possiamo dire con orgoglio di aver risolto l’annoso problema legato alla mancanza di un municipio e alla presenza di sedi comunali e uffici pubblici distanti tra loro, ospitati in edifici vetusti, spesso difficilmente accessibili ai cittadini utenti. Finalmente quest’amministrazione ha saputo trovare la giusta soluzione e lo ha fatto in tempi brevi. Nel nuovo complesso immobiliare che ospiterà una sala consiliare e forse un teatro concederemo spazi adeguati anche alle associazioni di volontariato che operano fattivamente sul territorio. Entro il mese di dicembre, infatti, saranno ultimati i lavori di adeguamento sismico attualmente in atto al plesso Vignacce dove con l’anno nuovo saranno riprese tutte le attività didattiche. Questo ci permetterà di liberare l’ala dell’ex istituto delle Benedettine che oggi ospita le classi del Plesso Calabria e di utilizzare anche questi locali. Con la nascita del nuovo Municipio sarà possibile anche prevedere una nuova disposizione e utilizzo degli edifici attualmente di proprietà del Comune, riducendo le spese e ottimizzando i servizi al cittadino grazie all’accorpamento in via Cicerone di tutti gli uffici comunali, anche di quelli aperti al pubblico quali anagrafe, pubblica istruzione e servizi demografici. Per quanto concerne la sede comunale di via della Libertà chiusa da oltre un decennio perché a rischio crolli è finalmente pervenuto il nulla osta sismico che ci permetterà di avviare in tempi brevi i lavori di ristrutturazione già appaltati grazie ad un finanziamento di oltre 700 mila euro ottenuto dal ministero degli interni, dopo anni di oblio in cui si è permesso di mandare in malora e lasciare chiusi perché inagibili, scuole impianti sportivi e immobili di proprietà del Comune. Saranno di seguito appaltati anche i lavori di restauro della vecchia sede municipale di via Aurelia  455. E’ intenzione di questa maggioranza cedere tale immobile alla Santa Marinella Servizi, che è in forte espansione con la presa in carico di molti appalti che potrebbe cosi avere una sua sede e lasciare i locali attualmente siti in Lungomare Marconi. Quest’ultimo edificio potrebbe essere ceduto in locazione alla Asl RM 4 che è apparsa già interessata e con il ricavato della vendita della sede di via Aurelia e l’incasso del canone d’affitto dell’ex Ostello, si coprirebbero, senza necessità di accendere nuovi mutui, tutte le spese per l’acquisto del compendio immobiliare di Via Cicerone”.