Ladispoli Città dell’Arte: al via il concorso fotografico e video

Riceviamo e pubblichiamo – Il progetto “Ladispoli Città dell’Arte – Museo a Cielo Aperto” (D.G. n. 91 del 30.4.2019) si arricchisce di una nuova iniziativa il “Concorso Fotografico e Video”, ideato dallo scrivente, che con D.G. n. 182 del 16.10.20 a ricevuto il patrocinio dal Comune di Ladispoli; nei prossimi giorni partirà il bando del concorso a cura dell’Assessorato alla Cultura e dall’Associazione: ArcheòTheatron e dalla Road Shine Production. Dopo le sculture del “Giardino dell’Arte”, il “Dante nel Bosco di Palo” ora arriva questa nuova iniziativa per coinvolgere fotografi, registri e cittadini nell’esplorare il territorio del Comune di Ladispoli e nel documentare i vari momenti della vita quotidiana e le loro impressioni della città. Coinvolgere le persone nel vivere attivamente il tessuto sociale, la storia, l’ambiente e i reperti archeologici aiuta a creare quel senso d’appartenenza alla città, genera quel senso di partecipazione che aiuta a sentirsi parte attiva delle dinamiche del paese. Unire le persone, interessarle agli avvenimenti, realizzare momenti d’incontro sono fondamentale per diffondere la “Cultura del Dialogo” e della civile convivenza nella quale ogni cittadino si prende cura della sua città. Come “Delegato alla Formazione degli Adulti e della Scuola Arte e Mestieri” desidero rendere le persone sempre più legate al loro territorio, essere residenti non significa solo abitare Ladispoli, ma viverla e le quattro sessioni del concorso: 1) Siti Archeologici (Monteroni, S. Nicola, Torre Flavia, Grottaccia, Marina di Palo ecc.); 2) Vita quotidiana (momenti ed impressioni di alcune situazioni della vita dei cittadini che si muovono in città, come si muovono, cosa fanno e cosa esprimono nel essere presenti nel tessuto urbano/rurale/marino, diventa un modo per documentare le molteplici realtà esistenti); 3) Impressioni Urbanistiche (i monumenti storici delle strade del “centro storico”, gli edifici del boom economico, le zone residenziali, la zona artigianale, i campi e le attività industriali), possono essere catturati e vissuti in significati espressi in modo artistico); 4) Momenti di vita culturale e manifestazioni della città (i mercati, la Sagra, le rappresentazioni storiche e tanti altri momenti, visto la “dittatura sanitaria” della pseudo seconda fase del SARS- COV2, si potranno utilizzare anche foto e video montaggi già esistenti ma non pubblicati). Il progetto “Racconta Ladispoli” sarà realizzato dall’Associazione: ArcheòTheatron e dalla Road Shine Production. Il Maestro Agostino De Angelis coordinerà tutte le fasi del concorso. Le foto e i video premiati saranno pubblicati sul sito del Comune e le foto esposte in apposite bacheche da sistemare lungo il “V.le dell’Arte/delle Muse”, così sarà chiamato il percorso centrale dei Giardini N. Fedeli. Il Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia Giovanni Ardita, è in trattativa con le Ferrovie Italiane per poter sistemare nel sottopasso ferroviario e nelle zone adiacenti alla Stazione ferroviaria di Ladispoli le bacheche che ospiteranno le foto premiate che rappresentano meglio le bellezze del nostro territorio.
Raffaele Cavaliere