Cerveteri, Ramazzotti: “Chi non pensa ai vivi può pensare ai morti?”

Il consigliere comunale Lamberto Ramazzotti
“Andando a trovare i famigliari di un caro amico defunto, mi è stato detto con grande dolore: “Perché abbiamo dovuto portare il nostro caro al cimitero di Ladispoli, perché a Cerveteri non è possibile?” Ho risposto con rabbia e quello che dico da tempo: “Chi governa”, visto che il problema esiste da tempo, non lo considera una cosa necessaria altrimenti avrebbe provveduto. Nella seduta del consiglio comunale di ieri, sia io che i consiglieri Belardinelli, Piergentili, De Angelis, come in precedenti sedute abbiamo sollevato il problema, risposta della maggioranza… silenzio. Ho ricordato che da anni la sovrintendenza ha dato il Nulla osta per l’ampliamento del nuovo cimitero (la maggioranza aveva sempre negato questo documento portato da noi in aula grazie all’impegno di ricerca di Guido Rossi), la risposta della maggioranza allora in aula rispose che non era un lavoro economico dell’ente. Il consigliere Piergentili ha ricordato che i loculi vengono pagati da cittadini, il comune non ha costi. Il mio pensiero è: vedendo come sta Cerveteri, chi non pensa ai vivi può pensare ai morti?”