“Stiamo pensando di portare il Tarquinia in tribunale per aver infangato il Cerveteri Calcio”

Il presidente Fabio Iurato
Il presidente Iurato è un fiume in piena. Come riportato da Orticasocial.it, in una conferenza ha spiegato come è andata la  “Story” contro la Corneto Tarquinia dopo un caso di covid in casa verdeazzurra. “Ci dispiace molto di questa situazione, come ci dispiace che qualche dirigente della squadra viterbese abbia messo in discussione la moralità e la buona fede di un club come il nostro con certificati che sono inappellabili – dice Iurato – come non credere alla positività di un calciatore, tra l’altro suffragata dal responso dell’ospedale militare Celio di Roma.  Davanti a una notizia di un calciatore positivo di una squadra avversaria io non mi permetterei di farmi mostrare il certificato o informarmi se sia vero – continua il presidente verdeazzurro – sono basito nel sentire alcuni commenti di persone che al primo posto antepongono l’interesse alla salute di calciatori dilettanti che giocano per divertirsi rischiando sulla propria pelle. Mi sono sentito diffamato, infangato da illazioni false senza un briciolo di verità. Parlano le carte, non le mie parole. Esprimo rammarico, dispiacere se arriviamo al punto che in questo calcio i tre punti sono più importanti della vita. In società abbiamo un caso di un allenatore del settore giovanile che è ricoverato al Gemelli di Roma ed ha difficoltà respiratori gravi . Se ci saranno i criteri sarò  costretto ad adire a  vie legali, perchè non hanno infangato soltanto a me, ma la città di Cerveteri”.