“A Cerveteri ancora non sappiamo dove seppellire i nostri morti e si pensa a dedicare uno spazio a Stefano Cucchi”

I consiglieri d’opposizione non hanno preso bene l’idea del primo cittadino: “Con tutti i problemi in cui affonda la città ecco a cosa ha pensato Pascucci”

Torna alla ribalta della cronaca politica locale la situazione della carenza dei loculi cimiteriali. Da anni ormai i cittadini di Cerveteri sono costretti a portare i propri defunti presso il cimitero di Ladispoli con tutta la scomodità e i costi esorbitanti da affrontare. Già nell’edizione di ieri abbiamo dato spazio alla consigliera comunale d’opposizione Anna Lisa Belardinelli che in Aula, durante l’ultimo Consiglio Comunale, aveva attaccato il Sindaco su questo problema, soprattutto dopo l’intenzione di Alessio Pascucci, proposta all’Aula, di intestare uno spazio comunale a Stefano Cucchi, ed insieme dare la cittadinanza onoraria alla sorella Ilaria. Un’idea che non è stata presa affatto bene dai consiglieri comunali dell’opposizione che hanno preso parola ribadendo con forza la loro contrarietà.
 
Angelis e Orsomando: “Con tutti
i problemi che ha Cerveteri,
il sindaco Pascucci pensa
ad intitolare uno “spazio”
a Stefano Cucchi, assurdo!”
“La piena emergenza Covid, con le strade colabrodo, con la vergognosa situazione che non sappiamo più dove seppellire i defunti, le scuole senza i principali requisiti di sicurezza, l’acqua che fuoriesce da molte strade del territorio con perdite che creano indiscriminati aumenti in bolletta, come anche i rifiuti presenti dappertutto. In questa situazione, il Sindaco pensa di intitolare uno “spazio” della città a Stefano Cucchi e a dare la Cittadinanza onoraria alla sorella Ilaria Cucchi? Per Noi, pur condannando i gesti di violenza e abusi, questo è l’ultimo dei problemi di Cerveteri, ed è per questo che proseguiamo nel chiedere le dimissioni di questo Sindaco. Se proprio non può farne a meno e vuole fare un apprezzato gesto lo invitiamo ad intitolare un luogo della nostra città all’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo e dare la cittadinanza onoraria ai 500 familiari delle vittime iscritte in questa Associazione, altro che chiacchiere”. Così in una nota i consiglieri d’opposizione Aldo De Angelis e Salvatore Orsomando dopo che il sindaco Pascucci ha proposto nel corso dell’ultimo consiglio comunale di intitolare uno spazio a Stefano Cucchi.
Ramazzotti: “Chi non pensa
ai vivi può pensare ai morti?”
Il consigliere ed ex sindaco Lamberto Ramazzotti rilancia: “Andando a trovare i famigliari di un caro amico defunto, mi è stato detto con grande dolore: “Perché abbiamo dovuto portare il nostro caro al cimitero di Ladispoli, perché a Cerveteri non è possibile?” Ho risposto con rabbia e quello che dico da tempo: “Chi governa”, visto che il problema esiste da tempo, non lo considera una cosa necessaria altrimenti avrebbe provveduto. Nella seduta del consiglio comunale di ieri, sia io che i consiglieri Belardinelli, Piergentili, De Angelis, come in precedenti sedute abbiamo sollevato il problema, risposta della maggioranza… silenzio. Ho ricordato che da anni la sovrintendenza ha dato il Nulla osta per l’ampliamento del nuovo cimitero (la maggioranza aveva sempre negato questo documento portato da noi in aula grazie all’impegno di ricerca di Guido Rossi), la risposta della maggioranza allora in aula rispose che non era un lavoro economico dell’ente. Il consigliere Piergentili ha ricordato che i loculi vengono pagati da cittadini, il comune non ha costi. Il mio pensiero è: vedendo come sta Cerveteri, chi non pensa ai vivi può pensare ai morti?”