Mar Egeo: forte scossa sismica di magnitudo 7.0: edifici crollati a Smirne, 26 morti e 400 feriti

Gli edifici crollati a Smirne
Sono salite a 26 le vittime accertate finora in Turchia dopo il terremoto di magnitudo 7.0 registrato nel mar Egeo. I feriti sono 400. Lo ha riferito la protezione civile di Ankara (Afad). Sono almeno 3, invece, le persone ferite estratte vive dalle macerie degli edifici crollati a Smirne, sulla costa egea. Il salvataggio di una ragazza è stato ripreso dalle telecamere delle tv locali. Le attività di ricerca e soccorso proseguono. Intanto l’Unione Europea afferma di essere pronta a sostenere gli aiuti: “Seguiamo da vicino gli sviluppi sul forte terremoto che ha colpito il mar Egeo al largo della Grecia e della Turchia. I miei pensieri vanno alle persone colpite. L’Ue è pronta a dare sostegno”. Così il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, su Twitter.  Diverse squadre sono impegnate nelle attività di ricerca e soccorso.Un mini-tsunami con onde di circa un metro ha colpito la provincia costiera turca a seguito del terremoto. Un numero imprecisato di persone si trova sotto le macerie dopo i crolli di edifici registrati a Smirne, sulla costa occidentale della Turchia, a seguito del terremoto nel mar Egeo. Lo ha riferito il ministro dell’Ambiente e dell’Urbanizzazione di Ankara, Murat Kurum, che si sta recando sul posto. Diverse squadre sono impegnate nelle attività di ricerca e soccorso. Il sisma è stato avvertito in diverse province turche, compresa Istanbul. Lo riferisce la Cnn turca, mostrando le immagini delle macerie. Sul posto sono giunti diversi mezzi di soccorso e dei vigili del fuoco. “Siamo accanto ai nostri cittadini colpiti dal terremoto con tutti i mezzi del nostro stato. Abbiamo avviato le necessarie attività nella regione con tutte le istituzioni e i ministeri interessati”, ha scritto su Twitter il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. La scossa di terremoto ha fatto crollare la parte anteriore della chiesa della Panagia Theotokou a Karlovassi, una delle località turistiche dell’isola greca. A Vathi, un altro centro isolano, sono crollate delle case disabitate. Secondo Cnn.gr (che pubblica una foto della chiesa colpita, presa dal sito Samos24), gli abitanti dell’isola si sono riversati in strada in preda al panico. La scossa è stata avvertita anche ad Atene.