Musica, esce domani l’album postumo del grande Ennio Morricone

La copertina dell'album postumo di Ennio Morricone
Il Morricone sconosciuto, a volte anche alla famiglia, il Morricone sperimentale, il Morricone segreto. Come “Segreto” è il titolo dell’album postumo che esce domani, 6 novembre, in tutto il mondo con l’etichetta Decca Records e l’italiana CAM Sugar in cd e doppio vinile, a pochi giorni da quello che sarebbe stato il suo 92/o compleanno, il 10 novembre, se il Maestro in questo mesto 2020 non si fosse congedato per l’ultima volta dal palcoscenico della vita lo scorso 6 luglio. Il 4 dicembre, poi, uscirà una deluxe edition con un 45 giri che riporta la voce di Ennio Morricone durante le sue sessioni di lavoro: un puzzle di tagli con i suoi commenti, le sue indicazioni ai tecnici, gli “ancora” e i “rifacciamola”, i “mi pare che vada” e i “mi raccomando il livello dei suoni”, le prove estemporanee degli artisti. Si lavora alacremente anche a un documentario che potrebbe uscire nei prossimi giorni.
Una raccolta, la prima postuma, con sette brani inediti, che vuole essere un omaggio e un riconoscimento alla grandezza del compositore Premio Oscar, nato – in accordo con la famiglia Morricone – da una ricerca negli archivi storici della Sugar di perle mai pubblicate del Maestro. Non c’è spazio per le musiche celeberrime di C’era una volta in America, The Mission o Cinema Paradiso. Sono i pezzi rari e dimenticati, le versioni alternative recuperate, il genio più eccentrico e nascosto a fare di “Morricone Segreto” un lavoro unico che esplora forse la fase creativa più ricca dell’artista, quella tra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’80. Un viaggio sonoro dalle tinte acide, caratterizzato da voci misteriose, chitarre fuzz, archi eterei, synth inquietanti e groove moderni che sembrano anticipare suoni ancora da venire e già imbrigliati sullo spartito del geniale musicista, autore di oltre 600 colonne sonore, che è sempre stato in largo anticipo sulle tendenze.