Campidoglio, l’avvertimento di Calenda al Pd: “il centrosinistra deve decidere”

Il campidoglio e nel riquadro piccolo Carlo Calenda, leader di Azione
Su Roma “dal Pd non ho alcuna risposta. Fra poco il centrodestra avrà un candidato, ce l’ha la Raggi e il centrosinistra deve decidere. Non pretendo che mi appoggi, deve semplicemente decidere se lo fa o no. Non può continuare a dire in mezzo al Covid, che forse farà le primarie fra sei mesi. Con la destra in campo e la Raggi in campo per sei mesi giochiamo a racchettoni? Dicessero una parola chiara, poi mi regolo”. Lo ha detto a Start, su Sky TG24 il leader di Azione Carlo Calenda. “Sulle primarie sta diventando un dibattito ridicolo – ha aggiunto -. Facciamo le primarie in mezzo al Covid se non possiamo uscire di casa? In alternativa le facciamo ad aprile mentre tutti gli altri sono in campo e fanno la campagna elettorale? Non sono contrario alle primarie di coalizione, però se questa è la situazione a questo punto le primarie non sono possibili. Il Pd, per tante ragioni comprensibili o no, può dire che preferisce i Cinque Stelle e non possono sostenermi, ma serve una parola di chiarezza in un senso o nell’altro”.