Ladispoli, il sindaco Grando sull’allontanamento del dirigente scolastico: “False affermazioni lesive della mia immagine pubblica e della mia persona”

“Ennesimo spiacevole episodio in cui mi vengono attribuite azioni che non ho compiuto”. Inizia così la replica del primo cittadino Alessandro Grando relativamente alla notizia di una richiesta all’ufficio scolastico regionale dell’allontanamento di Agresti dalla scuola e dalla città. “Questa volta, secondo quanto scritto su una testata locale, avrei chiesto l’allontanamento, non solo dalla scuola ma addirittura dalla città, di un dirigente scolastico. Nell’articolo si legge che a comunicare il fatto al giornalista sarebbe stato lo stesso dirigente. Inutile evidenziare quanto queste false affermazioni siano lesive della mia immagine pubblica e della mia persona. Chiedo quindi che venga pubblicata immediatamente una smentita, con tanto di scuse da parte dei soggetti interessati. Qualora ciò non avvenisse mi vedrò costretto ad adire le vie legali nei confronti di chi, in maniera così superficiale, ha voluto far circolare questa notizia”.

 

AGGIORNAMENTO

I fatti – Il dirigente scolastico della Corrado Melone, Riccardo Agresti, sarebbe arrivato a colloquio con il responsabile dell’ufficio scolastico della Regione Lazio. Alla base della convocazione, la richiesta di allontanamento del preside dalla città di Ladispoli, chiesta dal sindaco Alessandro Grando. Questo almeno è quanto avrebbe riferito alla stampa il preside Agresti. A far scoppiare il “caso” a quanto pare sarebbero stati alcuni post pubblicati sui social sulla questione mensa e sull’utilizzo del teatro Vannini. Il dirigente scolastico avrebbe utilizzato aggettivi e termini molto duri nei confronti dell’amministrazione comunale, in primis del sindaco Alessandro Grando e di un suo Assessore comunale. Post che avrebbero portato il sindaco Grando a chiedere l’allontanamento non solo dalla Melone ma dalla città stessa. Da capire ora che tipo di misure deciderà di adottare l’ufficio scolastico nei confronti del preside il cui contratto di dirigente scolastico alla Corrado Melone dovrebbe scadere nella primavera 2021. Gli scenari che si potrebbero aprire sono diversi: una semplice lettera di richiamo nei suoi confronti, il suo allontanamento dalla scuola e dalla città balneare a scadenza del contratto, oppure solo una ‘tirata di orecchie’.