Coronavirus, l’Onu lancia un appello umanitario per 35 miliardi di dollari in favore dei Paesi poveri

Appello dell'Onu per finanziamenti diretti ai Paesi poveri del mondo
Le Nazioni Unite hanno lanciato oggi un appello umanitario record per 35 miliardi di dollari (29 miliardi di euro) di aiuti nel 2021, con la pandemia di Covid-19 che ha fatto precipitare centinaia di milioni di persone nella povertà e per l’incombenza di carestie. Con lo shock provocato dal nuovo coronavirus, il numero di persone bisognose di aiuti umanitari nel mondo raggiungerà un nuovo record: 235 milioni, un aumento del 40% in un anno secondo i piani di risposta umanitaria coordinati dall’Onu. I fondi richiesti dalle Nazioni Unite e dai loro partner mirano ad aiutare in 56 paesi circa 160 milioni di persone (dei 235 milioni) tra le più vulnerabili che affrontano la fame, i conflitti, gli sfollamenti e le conseguenze del cambiamento climatico e della pandemia. Quest’anno, “l’aumento è quasi interamente dovuto al Covid-19”, che ha ucciso almeno 1,46 milioni di persone in quasi un anno, ha affermato in conferenza stampa Mark Lowcock, responsabile per gli Affari umanitari dell’Onu. “Il quadro che presentiamo è il più cupo che abbiamo mai presentato in termini di future esigenze umanitarie”.