Coronavirus, parla il portavoce della Commissione europea: “Non proibiremo alcuna funzione religiosa a Natale”

Il portavoce della Commissione europea Stefan de Keersmaecker
La Commissione europea “non intende proibire alcuna funzione religiosa”, né avrebbe “la competenza per farlo”. Al contrario, “la libertà di culto è prevista dalla Carta dei diritti fondamentali”. Lo precisa il portavoce della Commissione europea Stefan de Keersmaecker, a proposito delle indiscrezioni riportate dalla stampa italiana circa le raccomandazioni che l’esecutivo Ue si appresta a diffondere domani, secondo le quali sconsiglierà le celebrazioni religiose in presenza, inclusa la Messa di Natale. Il portavoce ricorda anche che il vicepresidente della Commissione Margaritis Schinas la settimana scorsa ha incontrato leader religiosi europei di varie confessioni: “La Commissione – sottolinea – è in contatti regolari con i leader religiosi in questo formato, previsto dai trattati. La questione delle celebrazioni di Natale e, più in generale, la collaborazione tra le Chiese e lo Stato sulla sicurezza dei fedeli sono state discusse in uno spirito molto costruttivo. C’è generalmente un’ottima cooperazione con i leader religiosi su questa materia”,