Solidarietà per l’acquisto di un pulmino che possa accompagnare i piccoli pazienti oncologici dalla casa famiglia a Formello fino all’ospedale Bambino Gesù

Iniziativa di solidarietà a Roma per acquistare un pulmino per studenti oncologici
Una gara di solidarietà per l’acquisto di un pulmino che possa accompagnare i piccoli pazienti oncologici dalla casa famiglia aperta quest’estate a Formello, alle porte di Roma, fino all’ospedale Bambino Gesù. A lanciarla l’associazione “C’era una nota”, in prima linea per l’accoglienza di bimbi disagiati in cura all’ospedale pediatrico della Capitale.A luglio è nata la “Casa C’era una nota” con l’intento di aiutare bambini oncologici e le loro famiglie che a causa della malattia sono costretti ad allontanarsi dalle proprie città per affrontare il percorso di cure al Bambino Gesù di Roma, accogliendoli gratuitamente e supportandoli. La casa può ospitare fino a 8 bambini con i genitori e ora – spiegano dall’associazione – manca solo un pulmino da 9 posti per accompagnare tutti i giorni i piccoli dalla casa-famiglia di Formello all’ospedale pediatrico per effettuare le terapie. Per raccogliere fondi alcune mamme volontarie dopo Natale raggiungeranno Roma e gireranno la città a piedi chiedendo un contributo. Sulla pagina Facebook dell’associazione “C’era una nota” i dettagli sulla raccolta fondi.