Coronavirus, nel Lazio potenziate le terapia intensiva con 85 posti in letto in più di cui 20 allo Spallanzani

L'ospedale Spallanzani di Roma
“E’ in pieno svolgimento il piano per il potenziamento delle terapie intensive Covid. Saranno altri 85 i posti a disposizione attraverso moduli aggiuntivi opportunamente provvisti di tutte le tecnologie e di questi 20 posti aggiuntivi sono già pronti e disponibili presso l’Istituto Spallanzani. Il completamento dei restanti posti di terapia intensiva è previsto come termine ultimo entro la metà di febbraio”. Lo comunica l’Unità di Crisi Covid della Regione Lazio. Sono 1.613 i nuovi contagi da Coronavirus nel Lazio secondo il bollettino reso noto oggi. Da ieri sono stati registrati altri 45 morti e 1.636 guariti. “Il Lazio è tra le grandi regioni quella che è sempre rimasta in zona ‘gialla’, ma questo non significa un semaforo verde” avverte l’assessore alla Sanità e l’integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Anzi, bisogna aumentare il rigore poiché l’andamento potrebbe peggiorare”. “Diminuiscono i casi, i ricoveri e le terapie intensive, mentre aumentano i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi – che sono stati 12mila da ieri – è al 12% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4,5%”. “I casi a Roma città sono a quota 700. In questa ultima settimana sono raddoppiati il numero di nuovi focolai di trasmissione in particolar modo relativi ad ambito familiare ed è aumentata la percentuale di positività nei tamponi effettuati. Questo ci deve portare alla massima cautela”.