Coronavirus, i timori del ministro Speranza: “Lavoriamo insieme tempestivamente ad anticipare le restrizioni per evitare una nuova forte ondata”

Il ministro della Salute Speranza
“I dati europei sono in significativo peggioramento. La situazione non può essere sottovalutata. Lavoriamo insieme tempestivamente ad anticipare le restrizioni per evitare una nuova forte ondata”. Lo ha affermato il ministro della Salute Roberto Speranza, nel suo intervento all’incontro con le Regioni, a quanto si apprende da fonti accreditate. l ministro della Salute ha poi ribadito oggi le nuove misure previste per contrastare l’epidemia. “Con indice Rt 1 la zona sarà arancione, sarà rossa con Rt 1.25, in arancione anche con rischio alto per rendere il modello tempestivo”, ha spiegato a quanto si apprende. Speranza ha illustrato anche lo “stop alla mobilità tra Regioni gialle con le deroghe già previste” e “la proroga dello stato di emergenza al 30 aprile”. Il ministro ha poi “confermato il limite delle due persone” che si possono ospitare in casa “non conviventi”. Mentre, come già annunciato ieri nelle comunicazioni al Parlamento, ha evidenziato la possibilità di una “zona bianca, un segnale per il futuro, dove sono vigenti le regole comportamentali ma non gli altri divieti”, ha affermato e per averla “servono 3 settimane di fila con incidenza sotto i 50, Rt sotto l’1 e rischio basso”.