Effetto Covid, crollo delle vendite di automobili in italia: nel 2020 flessione del 27,9%

Crollo delle vendite di auto in Europa nel 2020
Le vendite di auto in Europa (Ue+Efta-Gb) nel 2020 sono crollate a causa della pandemia del 24,3% rispetto al 2019 a 11.961.182 unità. Si tratta di quasi 4 milioni di unità in meno. In Italia il calo è stato del 27,9% a 1.381.496. Lo rivela l’Acea, l’associazione dei Paesi produttori, secondo cui “le misure di contenimento, compresi blocchi su vasta scala e altre restrizioni durante tutto l’anno, hanno avuto un impatto senza precedenti sulle vendite di auto in tutta l’Unione europea”. Tutti i 27 mercati dell’Ue hanno registrato cali a due cifre nel 2020. Tra i più grandi mercati automobilistici della regione, la Spagna ha registrato il più netto calo (-32,3%), seguita a ruota da Italia (-27,9%) e Francia (-25,5%), mentre le perdite per l’intero anno sono state significative ma meno pronunciate in Germania (-19,1%). Nel mese di dicembre le auto vendute in Europa sono state 1.214.581, il 3,7% in meno dello stesso mese del 2019, mentre in Italia il calo e’ stato del 14,9% a 119.454 unità. Il gruppo Fca ha chiuso il 2020 con un calo del 26% delle vendite in Europa (Ue+Efta+Gb) a 700.534 unità. La quota di mercato è stata pari al 5,9% a fronte del 6% dell’anno precedente. Il 2020, l’anno della pandemia, è stato ultimo prima della nascita di Stellantis. Positivo il mese di dicembre: le immatricolazioni di Fca sono state 74.755, in crescita del 7,5% e la quota di mercato e’ salita al 6,25 dal 5,5%