Allarme della Bce: l’economia nell’eurozona crescerà meno del previsto

La sede della Bce a Francoforte
L’economia dell’eurozona crescerà meno del previsto quest’anno ma con un tasso maggiore nel 2022. E’ quanto emerge dal sondaggio condotto dalla Bce fra 66 economisti secondo cui il Pil salirà del 4,4% contro il 5,3% stimato a ottobre. Per il prossimo anno tuttavia le aspettative salgono dal 2,6 al 3,7%. Per quanto riguarda l’inflazione le attese sul breve restano invariate così come quelle sul lungo termine (1,7%). Le attese per il tasso di disoccupazione media sono limate all’8,9% per quest’anno e all’8,3 per il prossimo. Sul lungo termine la riduzione è al 7,4%.