Coronavirus, l’allarme dei presidi della Capitale: “Classi affollate, la situazione non è cambiata”

Mario Rusconi, presidente dell'associazione presidi di Roma e Lazio
“Neanche l’emergenza Covid ha fatto sì che la nostra pluriennale richiesta di abolire le classi pollaio sia stata accolta. Ci ritroviamo a pochi giorni dalla scadenza per consegnare l’organico delle classi del prossimo anno scolastico con il vecchio parametro dei 27 alunni per classe alle superiori, con possibilità di arrivare anche a 30”. E’ l’allarme lanciato dal presidente dell’associazione presidi di Roma e Lazio e componente del consiglio Anp. “Siamo delusi – dice Rusconi -, solo qualche mese fa il presidente del Consiglio aveva annunciato l’eliminazione delle classi pollaio.  La situazione rimarrà invariata”.