Recovery Fund, il regolamento entrerà in vigore dal prossimo 18 febbraio

Il vicepresidente dell'esecutivo comunitario, Valdis Dombrovskis
“L’appoggio del Parlamento europeo all’accordo” sul Recovery Fund “oggi è importante. Gli Stati membri dovranno anche ratificare il più velocemente possibile la decisione sulle Risorse proprie in modo che la Commissione Ue possa iniziare con le operazioni di finanziamento”. Così il vicepresidente dell’esecutivo comunitario, Valdis Dombrovskis, alla plenaria del Parlamento europeo, dove oggi, con l’approvazione del Recovery e Resilience Facility si compie l’ultimo passaggio della procedura legislativa a livello europeo. “La Commissione europea – ha aggiunto – è in costante contatto con gli Stati membri per discutere dei preparativi dei piani” per il Recovery, “attualmente ci sono stati grossi progressi ed abbiamo una visione abbastanza chiara su quanto 18 Stati membri su 27 vorranno includere nei loro piani per la ripresa. Ma certo resta molto lavoro da fare”. “Anche gli Stati membri nella fase più avanzata stanno cercando di tradurre queste riforme in tappe operative, per rispettare i requisiti”. Affinché il “rilancio economico sia resiliente e duraturo, occorre trovare il giusto equilibrio tra riforme e investimenti. Gli Stati dovranno includere misure verdi e digitali per raggiungere gli obiettivi. Non vogliamo un patchwork di misure con poco impatto, ma misure che portino ad una trasformazione”. “Rivolgo un appello affinché il Parlamento approvi il dispositivo per la ripresa e la resilienza” del Recovery fund, “permettendo ai Paesi la presentazione ufficiale dei piani, in modo che il dispositivo diventi operativo a tutti gli effetti”. “Una volta che il Parlamento europeo oggi avrà approvato il regolamento” del Recovery fund, “la presidenza del Consiglio prevede un procedimento celere per la firma dell’accordo che dovrebbe esserci già questo venerdì. Se tutto dovesse andare bene, il regolamento dovrebbe poter entrare in vigore a febbraio, con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale, il 18 febbraio”.