Giorno del Ricordo, il Sindaco di Cerveteri: “Omaggio ai perseguitati e alle vittime delle foibe”

“Oggi, mercoledì 10 febbraio è il giorno in si ricordano tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre nella Seconda Guerra Mondiale. Un giorno per non dimenticare l’esodo di circa 350 mila profughi e l’uccisione di migliaia di persone. Dobbiamo ricordare ciò che è stato affinché non si ripetano più l’orrore e la violenza che abbiamo vissuto Ricordiamo e rendiamo omaggio dunque ai perseguitati, alle vittime delle foibe, con la speranza che mai più si debba parlare di genocidi, di guerre, di repressioni. Con la speranza che i valori di democrazia e libertà, siano pilastri della società che sarà. L’augurio è che quella di oggi possa essere una giornata per celebrare la pace, l’unione, il rispetto. Una giornata per non dimenticare ciò che è stato e che non deve mai più accadere. A causa della pandemia in corso, non abbiamo potuto svolgere alcuna cerimonia pubblica. Abbiamo però deposto un omaggio floreale al Monumento ai Caduti nel Parco della Rimembranza. Un gesto simbolico, ma che per noi ha un grande valore. Quello della memoria”.
Alessio Pascucci