Iraq, Papa Francesco ha incontrato a Najaf il Grande Ayatollah Sayyd Ali Al-Sistani

Papa Francesco e l'Ayatollah Sayyd Ali Al-Sistani a Najaf
Il Papa ha incontrato a Najaf il Grande Ayatollah Sayyid Ali Al-Husayni Al-Sistani. Durante la visita, durata circa quarantacinque minuti, il Papa ha sottolineato “l’importanza della collaborazione e dell’amicizia fra le comunità religiose perché, coltivando il rispetto reciproco e il dialogo, si possa contribuire al bene dell’Iraq, della regione e dell’intera umanità”. Lo riferisce il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni aggiungendo che “l’incontro è stata l’occasione per il Papa di ringraziare il Grande Ayatollah Al-Sistani perché, assieme alla comunità sciita, di fronte alla violenza e alle grandi difficoltà degli anni scorsi, ha levato la sua voce in difesa dei più deboli e perseguitati, affermando la sacralità della vita umana e l’importanza dell’unità del popolo iracheno”. Nel congedarsi dal Grande Ayatollah, il Papa “ha ribadito la sua preghiera a Dio, Creatore di tutti, per un futuro di pace e di fraternità per l’amata terra irachena, per il Medio Oriente e per il mondo intero”, conclude Bruni. Papa Francesco si reca ora Nassiriya, dove è accolto dall’arcivescovo di Bassorah dei Caldei, mons. Habib Hermiz Jajou Al Nawfali, dall’Esarca patriarcale di Bassorah e Golfo, mons. Firas Drdr, da alcune autorità civili e religiose. Quindi si trasferisce in auto ad Ur dei Caldei per l’incontro interreligioso.