Procura di Roma: Nessuna marcia indietro sulla nomina Michele Prestipino, annullata dal Tar del Lazio

Il procuratore di Roma Michele Prestipino
Nessuna marcia indietro sulla nomina a procuratore di Roma Michele Prestipino, annullata dal Tar del Lazio che ha accolto il ricorso presentato dal Pg di Firenze Marcello Viola, escluso dalle candidature dopo la famosa intercettazione dell’hotel Champagne emersa nell’inchiesta sull’ex presidente dell’Anm Luca Palamara. Il Csm impugnerà davanti al Consiglio di Stato la pronuncia del giudice amministrativo di primo grado e chiederà a Palazzo Spada, tramite l’Avvocatura dello Stato, di sospendere gli effetti di quella sentenza. La decisione è passata però a maggioranza, con 13 voti favorevoli, 6 contrari e 5 astensioni.