Sequestro simulato, l’imbarazzo di Gianfranco Sandrini: “Non credo che mio figlio possa aver fatto una cosa del genere”

Alessandro Sandrini, accusato di aver organizzato un falso sequestro
“È una situazione imbarazzante. Non credo che mio figlio possa aver fatto una cosa del genere.  Io comunque non ho preso un solo euro”. Così Gianfranco Sandrini reagisce alla notizia dell’indagine della Procura di Roma a carico di suo figlio e all’arresto di tre persone accusate di aver organizzato finti sequestri all’estero. Tra cui quelli dei bresciani Alessandro Sandrini e Sergio Zanotti.