Crisi Italia-Russia: è Walter Biot l’ufficiale della Marina arrestato per spionaggio dai Carabinieri del Ros

Walter Biot, l'ufficiale della Marina Militare Italiana arrestato per spionaggio
E’ Walter Biot l’ufficiale della Marina arrestato per spionaggio ieri dai Carabinieri del Ros. L’ufficiale è in servizio presso lo Stato maggiore della Difesa. Il capitano di fregata è stato trasferito in carcere ed è accusato di procacciamento di notizie concernenti la sicurezza dello Stato, spionaggio politico-militare, spionaggio di notizie di cui è stata vietata la divulgazione. Biot avrebbe fotografato documenti militari classificati dal monitor del computer e li avrebbe scaricati in una ‘pennetta’ poi consegnata a un ufficiale delle forze armate russe. La sim, che è stata sequestrata, verrà ora analizzata dagli investigatori. Biot avrebbe ceduto documenti di natura militare in cambio di 5mila euro. Secondo quanto si apprende, i 5mila euro ricevuti in cambio dall’ufficiale russo erano all’interno di scatole. La Procura militare di Roma ha quindi aperto un fascicolo sul caso. E il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha intanto annunciato l’espulsione di due funzionari russi.