Report dell’Istat: inflazione in aumento per il terzo mese consecutivo (+0,8%)

Diffusi gli ultimi dati sull'inflazione in Italia
“L’inflazione accelera per il terzo mese consecutivo e, pur rimanendo al di sotto di un punto percentuale, torna ai livelli di maggio 2019”. Lo comunica l’Istat che registra, a marzo, una crescita dell’indice nazionale dei prezzi al consumo Nic, al lordo dei tabacchi, dello 0,8% su base annua (da +0,6% di febbraio) e dello 0,3% su base mensile, nei dati provvisori. La “lieve accelerazione dell’inflazione” si deve prevalentemente ai Beni energetici non regolamentati come i carburanti che, “prima volta da febbraio 2020”, tornano a crescere su base annua (passano da -3,6% a +1,7%) e ai servizi relativi ai trasporti (da +1% a +2,2%).
Al contrario, i prezzi del cosiddetto carrello della spesa “vedono azzerata la loro crescita” come non accadeva da febbraio 2018, quando registrarono un calo dello 0,6%. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona registrano, infatti, una variazione tendenziale nulla (dal +0,2% di febbraio). L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (Ipca), che viene utilizzato a livello europeo, registra invece un aumento su base mensile dell’1,8%, “prevalentemente per effetto della fine dei saldi invernali dell’abbigliamento e calzature, di cui il Nic non tiene conto”, si legge nelle statistiche flash, e dello 0,6% su base annua (da +1% nel mese precedente).