Usa, due agenti in servizio lo scorso 6 gennaio al Campidoglio hanno denunciato l’ex presidente Donald Trump

I disordini dello scoso 6 gennaio al Campidoglio di Washington
Due agenti in servizio lo scorso 6 gennaio al Campidoglio hanno denunciato Donald Trump per i danni fisici e psicologici subiti durante l’assalto dei suoi sostenitori a Capitol Hill che, secondo i poliziotti, sarebbe stato fomentato dall’ex presidente. Lo riportano i media americani. Gli agenti James Blassingame e Sidney Hemby hanno dichiarato di essere stati attaccati dai manifestanti, su istigazione di Trump, con spray al peperoncino e gas lacrimogeni che gli hanno causato danni fisici. Nella denuncia presentata al tribunale federale di Washington, Blassingame ha sostenuto anche di essere stato colpito da depressione dopo i fatti del Campidoglio. “Si sente in colpa per non essere stato in grado di aiutare i suoi colleghi che venivano contemporaneamente attaccati e di essere sopravvissuto al contrario di altri agenti”, si legge nella denuncia. Gli agenti hanno chiesto un risarcimento pari a 75mila dollari.