Davanti al liceo Visconti gli studenti presentano il piano per la ripartenza delle scuole romane

Studenti davanti il liceo romano Visconti
Stamattina, davanti al Liceo Visconti e altri istituti della Regione, studenti e studentesse si sono riuniti per presentare il loro piano di ripartenza per la scuola. “Dopo un anno di dibattito tra scuola aperta e chiusa è arrivato il momento di ridare all’istruzione la giusta attenzione. La scadenza per la presentazione della prima bozza del Next Generation è fissata tra meno di un mese ma, attenendosi ai documenti reperibili, l’istruzione non è considerato un tema preminente quando si pensa al futuro del paese. Dove il governo e la Regione non arrivano, troviamo gli studenti e le studentesse, stanchi di vedere ancora la loro istruzione relegata ai margini di un documento che punta a ricostruire il futuro di cui saranno protagonisti”, hanno detto gli studenti.
Ragazzi e ragazze si sono ritrovati davanti alle loro scuole per rispondere autonomamente alla loro domanda. Il risultato di mesi di dibattito e discussione collettiva del concetto di scuola è un manifesto studentesco per il futuro: la scuola che studenti e studentesse vogliono è aperta, pubblica, transfemminista ed ecosostenibile.
“Dopo un anno di incertezze – dichiarano i rappresentanti della Rete degli Studenti Medi del Lazio – vogliamo che si diano delle vere risposte a studenti e studentesse. Per pensare al futuro bisogna investire sulla prossima generazione di questo paese. Il nostro manifesto contiene alcune delle tematiche che riteniamo alla base di un ripensamento complessivo del sistema scolastico, che siano prese in considerazione per riscrivere il nostro futuro. Perché siamo noi la next generation”.