Report dell’Istat: a febbraio stima una crescita per i flussi commerciali con l’estero più intensa per le importazioni (+1,4%) che per le esportazioni (+0,3%)

La sede dell'Istat a Roma
A febbraio l’Istat stima una crescita congiunturale per i flussi commerciali con l’estero, più intensa per le importazioni (+1,4%) che per le esportazioni (+0,3%). L’incremento dell’export è dovuto all’aumento delle vendite verso l’area Ue (+1,2%), in diminuzione verso i mercati extra Ue (-0,6%). Su base annua si registra una flessione dell’export del 4,4% (da -8,5% di gennaio) determinata dal calo delle vendite verso i mercati extra Ue (-7,2%) e verso l’area Ue (-1,8%). L’import segna una flessione dell’1,6% (da -11,6% di gennaio), dovuta al calo degli acquisti dall’area extra Ue (-3,1%), più contenuto per l’area Ue (-0,5%).