Afghanistan: nei primi tre mesi del 2021 sono morti 151 bambini e altri 401 feriti dalle mine

Il dramma delle mine che uccidono soprattutto i bambini in Afghanistan
Ha solo nove anni e ha perso entrambe le gambe per l’esplosione di una bomba, una bomba che lui stesso stava trasportando. E’ l’ultima triste storia che arriva da Kandahar, nel sud dell’Afghanistan. Funzionari governativi citati dall’agenzia Dpa hanno confermato che il bambino è rimasto gravemente ferito per l’esplosione dell’ordigno che stava portando per conto degli insorti, mentre il portavoce della polizia, Jamal Barakzai, e il consigliere provinciale, Nematullah Shirdeli, hanno riferito che il bimbo ha perso entrambe le gambe. L’esplosione è avvenuta su una strada deserta più o meno in contemporanea con un discorso che il presidente afghano, Ashraf Ghani, stava tenendo a circa 15 chilometri di distanza. La polizia ha puntato il dito contro i Talebani. Secondo dati della Missione Onu in Afghanistan, nei primi tre mesi di quest’anno almeno 151 bambini sono morti e 401 sono rimasti feriti nel Paese martoriato da una guerra senza fine, dati che segnano un aumento del 23% rispetto allo scorso anno.