Standard & Poor’s mantiene invariato a BBB il rating dell’Italia, confermando anche la prospettiva sul merito di credito a stabile

L'agenzia di rating standard & Poor's
Standard & Poor’s mantiene invariato a BBB il rating dell’Italia, confermando anche la prospettiva sul merito di credito a ‘stabile’. E’ quanto emerge dalle tabelle pubblicate sul sito dell’agenzia di rating. Il pil italiano crescerà del 4,7% nel 2021 e del 4,2% nel 2022. Lo prevede S&P, secondo la quale il deficit si attesterà all’11,6% del pil quest’anno con un debito al 149%.