Campidoglio, Carlo Calenda è convinto di arrivare al ballottaggio per la poltrona di sindaco

Il campidoglio e nel riquadro piccolo Carlo Calenda, leader di Azione
Per la carica di sindaco di Roma, “non c’è ancora nessun candidato ufficiale della destra e della sinistra. Roma è la Capitale d’Italia. Ci pare una cosa normale?”. Se lo chiede Carlo Calenda, ospite di ‘Omnibus’ su La7, parlando delle prossime elezioni comunali, che lo vedono in campo per la corsa al Campidoglio. “Non riesco a capire cosa succede a destra e a sinistra. Io ci sono, se i romani mi votano, bene, altrimenti verranno votati gli altri”, ribadisce, dicendosi “convinto di arrivare al ballottaggio altrimenti non correrei”.