Coronavirus, la proposta del professor Locatelli: “Vaccinando la fascia adolescenziale adesso e in futuro quella pediatrica, si ridurrà ulteriormente la circolazione virale”

Le vaccinazioni contro il Covid
“Vaccinando la fascia adolescenziale adesso e in futuro quella pediatrica, si ridurrà ulteriormente la circolazione virale”, ragione per cui bisogna “favorire la diffusione di una campagna di vaccinazione anche sotto i 18 anni o 16 come nel caso di Pfizer”. Lo ha detto Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di Sanità, commentando ad Agorà su Rai 3 il via libera della Fda all’uso del siero di Pfizer ai ragazzi tra i 12 e i 15 anni. Locatelli è intervenuto anche sulla decisione di ritardare il richiamo di Pfizer. “L’intervallo tra la prima e la seconda somministrazione prolungato a 42 giorni – ha assicurato – non inficia minimamente l’efficacia dell’immunizzazione e ci permette di riuscire a somministrare molte più dosi di vaccino”. Sul tema del coprifuoco, ha poi detto: “Credo che ci sia il margine per uno slittamento dell’orario di restrizione degli spostamenti. Se saranno le 23 o le 24 è una scelta che spetta alla politica”.