Agrigento, il gip: “Nessun processo contro Carola Rackete”

L'attivista tedesca Carola Rackete
Il gip di Agrigento, Alessandra Vella, ha archiviato l’inchiesta a carico di Carola Rackete, la comandante della nave Sea Watch3 che, nel luglio del 2019, venne arrestata per resistenza o violenza contro una nave da guerra. La Procura di Agrigento aveva chiesto non processare la comandante tedesca e il gip, che già non aveva convalidato l’arresto, ha chiuso il caso. Secondo la Procura, che di fatto ha recepito la tesi del gip che è stata poi confermata dalla Cassazione, la comandante avrebbe agito per stato di necessità: aveva il “dovere di portare i migranti in un porto sicuro”, non potendo più garantire la sicurezza a bordo delle 42 persone soccorse 17 giorni prima, che l’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini non voleva far sbarcare. Nella manovra d’avvicinamento al porto, la Sea Watch3 urtò anche una motovedetta della Guardia di finanza.