Covid, per il virologo Guido Silvestri: “Le due ipotesi, origine naturale e virus di laboratorio, per il coronavirus sono al momento entrambe plausibili”

Il virologo Guido Silvestri
“Le due ipotesi, origine ‘naturale’ e virus ‘di laboratorio'”, per il coronavirus sono al momento “entrambe plausibili, e chiunque dica che una delle due è ‘certa’, oppure che è certamente sbagliata, fa un’affermazione non giustificata dalle attuali conoscenze”. Lo precisa il virologo italiano Guido Silvestri, docente negli Usa alla Emory University di Atlanta, che in un lungo post su Facebook prova a fare chiarezza su un argomento che è “non solo alquanto spinoso dal punto di vista tecnico, ma anche prono ad essere contaminato da considerazioni di tipo politico”. “Per quanto mi riguarda – afferma l’esprto – io condivido parola per parola quanto scritto su ‘Science’ solo alcuni giorni fa da un gruppo di giganti della virologia, tra cui Pam Bjorkman, Ralph Baric, David Relman, Ruslan Medzhitov, Michael Worobey: ‘Dobbiamo prendere sul serio sia l’ipotesi dell’origine naturale che quella dell’origine di laboratorio. Una indagine valida deve essere trasparente, oggettiva, basata sui dati, fatta da esperti di varie discipline, soggetta a revisione indipendente, e gestita in modo tale da limitare i conflitti di interesse. Agenzie di salute pubblica e laboratori di ricerca devono aprire i loro archivi al pubblico'”. Silvestri premette che spiegare gli elementi oggi a disposizione della scienza per sciogliere il dubbio sull’origine del patogeno pandemico “non è cosa facile, ma ci provo lo stesso, perché purtroppo su questo tema – sottolinea – c’è tanta confusione a causa di gente che parla e straparla senza capire niente di virologia”.