Omicidio di Alberica Filo Della Torre: il 10 ottobre l’assassino Manuel Reynes torna in libertà dopo soli dieci anni di carcere

La contessa Alberica Filo Della Torre e il suo assassino
Conta i giorni che lo separano dalla sua scarcerazione, Manuel Winston Reyes. Il filippino, maggiordomo, assassino di Alberica Filo Della Torre. Dopo appena 10 anni dalla condanna, e 30 anni dall’uccisione della contessa, l’uomo varcherà il cancello d’uscita del penitenziario per non farvi più ritorno. Lo riporta ‘Il Messaggero’ che ricostruendo l’intera vicenda spiega che il prossimo 10 ottobre Reyes avrà definitivamente saldato il suo conto con la giustizia. Una giustizia che aveva impiegato venti anni per individuare il vero responsabile dell’omicidio della donna, avvenuto il 10 luglio del 1991, nella villa all’Olgiata, zona residenziale a nord di Roma. Gli inquirenti, ricorda Il Messaggero, avevano seguito piste sbagliate, che coinvolgevano i servizi segreti, non avevano investigato a fondo sulle prove acquisite. E così l’assassino che poteva essere subito individuato – come nel più classico dei gialli – nel maggiordomo carico di livore per essere stato licenziato, era uscito fuori dai radar degli investigatori per rientrarci, e non uscirne più, nella primavera del 2011. Una inchiesta riaperta grazie alla tenacia del marito di Alberica Filo Della Torre, Pietro Mattei, che aveva preteso analisi più accurate del Dna. Reyes, difeso dall’avvocato Nicodemo Gentile, era stato condannato a 16 anni di reclusione il 14 novembre del 2011, sentenza confermata il 9 ottobre del 2012. L’ex maggiordomo ha perciò beneficiato di una serie di sconti che ne hanno ridotto la pena, dato che sarà liberato i primi di ottobre.