Covid, zona rossa a Piazza Armerina? Parla il sindaco Cammarata: “Prima voglio vedere i dati”

Il sindaco di Piazza Armerina Antonino Cammarata
“Se c’è un dato epidemiologico tale perché Piazza Armerina diventi zona rossa sono il primo a volere il provvedimento, ma voglio verificare. Ho chiesto all’Asp di ricontrollare i dati e se entro mezz’ora non mi daranno risposta andrò di persona negli uffici”. A parlare con l’Adnkronos è il sindaco di Piazza Armerina Antonino Cammarata. Da domani 14 luglio, secondo quanto stabilito da un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci firmata in base ai dati forniti dall’Asp, il paese sarà zona rossa in una Sicilia ‘bianca’. “Siamo stati attenti e, in passato, sono stato il primo ad adottare provvedimenti restrittivi quando è stato necessario ma questa volta, lo dico chiaramente, c’è qualcosa che non mi convince” sottolinea il primo cittadino. I dubbi sono sui dati e sul modo in cui sono stati interpretati. Il sindaco chiede “una proiezione sui tamponi molecolari” e soprattutto di verificare che i dati riguardino “nuovi positivi e non soggetti in isolamento domiciliare”. Una corsa contro il tempo dato che l’ordinanza del presidente della Regione entrerà in vigore dalla mezzanotte di oggi. “La prima telefonata di questa mattina è stata all’Asp e se entro mezz’ora non mi danno notizie andrò negli uffici personalmente – dice – Da venerdì ragioniamo su questa situazione: sabato pomeriggio mi avevano detto che l’indice Rt era al limite e che eravamo in procinto di diventare zona rossa, salvo poi richiamarmi per dirmi che eravamo sotto i limiti. Voglio verificare i parametri rispetto ai quali è stato chiesto al governatore di firmare l’ordinanza”. E aggiunge: “Siamo una città che ha una vocazione turistica. Un provvedimento come questo rischia di compromettere l’intera stagione. Se deve essere zona rossa lo sarà, ma voglio esserne certo”.