Monteverde: focolaio Covid in un pub dove un gruppo di persone aveva visto la finale: 93 positivi

Un focolaio Covid a Roma, nel quartiere Monteverde, legato ai festeggiamenti Europei. Tutto è iniziato nei giorni scorsi, con un gruppo di giovanissimi che ha assistito alla partita per i quarti di finale tra Italia e Belgio in un pub in via del Casaletto. Dopo gli iniziali 16 casi di positività, a due settimane di distanza da quell’evento la Asl Roma 3 ha certificato che il numero dei positivi è salito a 93, tra cui molti minorenni. “Ci sono altri sintomatici che sono in attesa di referto o di eseguire il tampone, di cui sei casi secondari, ossia amici e familiari di chi era al pub a vedere la partita”, fanno sapere dalla Azienda ospedaliera. Secondo quanto appreso, la fascia di età dei contagiati va dai 14 fino ai 60 anni, 61 di questi sono maschi e 12 le femmine. La maggior parte dei positivi sono tutti giovani: 69 su 93 hanno un’età inferiore ai 25 anni. Ma quello nato nel quartiere Monteverde potrebbe non essere un caso isolato, ripensando alle scene dei festeggiamenti nelle strade e nei locali di Roma per le successive vittorie della Nazionale, fino al giro per le strade della Capitale del pullman scoperto con gli Azzurri in trionfo, tra assembramenti e mascherine quasi sempre abbassate quando non del tutto assenti. L’assessore alla sanità laziale Alessio D’Amato continua a lanciare allarmi. “Ci dobbiamo abituare all’idea che probabilmente nelle prossime settimane avremo un aumento dei casi” e “avremo anche delle reazioni ai grandi festeggiamenti della straordinaria vittoria dell’Italia calcistica, che probabilmente pagheremo. Oggi la cosa importante è vaccinarsi. Questo è l’elemento di fondo. Noi dobbiamo correre, arrivare alla prima settimana di agosto al 70% e nelle settimane successive all’80% per cento della popolazione over 12 vaccinata”.