Alto Adige, uccisa una 78enne dal marito in una Rsa alle porte di Merano

Omicidio in una casa di riposo in Alto Adige
Una donna di 78 anni, Maria Waschgler, ospite di una Rsa a Lana, in Alto Adige, è stata uccisa dal compagno, l’87enne austriaco Karl Engelmayr, con una coltellata al cuore. L’uomo, che da tempo vive in Alto Adige, è stato arrestato dai carabinieri poco dopo il delitto. Non è ancora chiaro il movente dell’omicidio. Prima della pensione, Maria Waschgler aveva gestito un negozio di alimentari nel paese della Val d’Adige alle porte di Merano. Il delitto si è consumato nel tardo pomeriggio durante l’orario di vista nel giardino della casa di riposo Lorenzerhof. Solo pochi giorni fa sono riprese le visite nella Rsa, dopo lo stop imposto dalla pandemia: l’accesso è consentito ai visitatori in possesso di green pass esclusivamente al parco della struttura. Proprio qui i due si sono seduti su una panchina, e poco dopo l’uomo ha estratto dalla tasca un coltello da cucina e ha colpito al cuore la compagna. Sul posto sono subito accorsi alcuni infermieri che hanno inutilmente tentato di salvare la vita della donna. Assieme a loro c’era anche un medico d’urgenza. Nel frattempo alcuni collaboratori della struttura hanno bloccato l’anziano aggressore che comunque non ha opposto resistenza.