Boom di visitatori all’inaugurazione della mostra del maestro Guido Venanzoni

Un successo clamoroso, oltre ogni rosea aspettativa. L’inaugurazione della mostra “Caravaggio, ultimo approdo” presso il Centro d’arte e cultura ha visto la presenza di oltre 300 visitatori in poche ore che hanno ordinatamente fatto la fila sotto il sole per ammirare le copie museali e le originali interpretazioni del maestro Guido Venanzoni e degli allievi della sua Bottega d’arte. L’evento, che rimarrà aperto tutti i giorni con ingresso gratuito fino al 22 agosto, è un viaggio nella bellezza dei dipinti di Caravaggio nelle sale al pianterreno dove sono riprodotte le opere più famose del grande pittore lombardo realizzate dagli allievi e dal maestro, mentre al primo piano si resta estasiati dai dipinti di Venanzoni che ha immortalato su tela le fasi salienti della tribolata vita di Michelangelo Merisi. Capolavori che saranno poi nei prossimi mesi esposti in tutta Italia e forse all’estero alla luce delle tante richieste pervenute in questi giorni all’artista di Ladispoli particolarmente apprezzato dal professor Vittorio Sgarbi. Dell’evento si è occupato anche il Tg1 della Rai con uno specifico servizio. Vi invitiamo a visitare la mostra, è veramente l’incontro con l’arte allo stato puro. La mostra rientra nell’ambito del progetto di rivendicazione dell’ultimo sbarco e forse della morte di Caravaggio sulle sponde di Palo  che da anni il maestro Venanzoni conduce in collaborazione con l’amministrazione comunale. Il giorno dell’evento abbiamo intervistato l’artista, vi riproponiamo il servizio che trovate sul nostro profilo facebook l’ortica social.