Del Regno sfida Pascucci: “Lo aspetto in catene”

Assovoce, ultimo atto della cacciata dei volontari del pronto soccorso con ambulanza da Cerveteri: questa mattina lo sfratto con intervento della forza pubblica in via delle Mura Castellane nel centro storico cittadino

di Alberto Sava
Sono in tanti a chiedersi, a chi andrà l’ex sede dell’Assovoce? Solo per capire è la domanda maliziosa, accompagnata da una giustificazione non richiesta. Al dopo ci penseremo dopo: questa mattina è in programma lo sfratto, con intervento della forza pubblica perché il presidente del Regno da ieri sera è barricato dentro i locali di via delle Mura Castellane ed uscirà solo dopo aver potuto dire la sua sulla cacciata da Cerveteri dei volontari dell’Assovoce. I fatti: la comunità di Cerveteri non ha più l’unico servizio di pronto soccorso volontario con ambulanza; l’Amministrazione Pascucci ha messo al bando l’associazione di volontariato di eccellenza impegnata ininterrottamente a Cerveteri da oltre 30 anni; l’Assovoce è stata accolta orgogliosamente dalla vicina e lungimirante Amministrazione di Ladispoli; l’Amministrazione di Alessio Pascucci, sindaco antifascista, ambientalista, inclusivista, arcobaleno, telegenico, cultural manager event etc. etc. ha ricevuto uno sonoro schiaffone politico dal Sindaco Alessandro Grando. Perché tutto questo? La domanda stana il silenzio del sindaco di Cerveteri e la risacca del brontolio dei consiglieri di maggioranza, i quali si sentono sprofondare nelle sabbie mobili per responsabilità oggettive. Dietro tutto questo potrebbe esserci lo scontro tra Pascucci e Del Regno, nato in seguito ad incomprensioni durante la inaugurazione della seconda ambulanza. Stentiamo a credere a questa ipotesi, se fosse vera da vicenda scabrosa ed umiliante diventerebbe pure patetica. Pascucci ha finora scelto la via del silenzio. Scelta vissuta come l’ennesima provocazione, a cui le forze di opposizione hanno promesso di rispondere fin da subito affermando “Assovoce? Nessuno si illuda di far calare il silenzio su questa brutta pagina”. Oggi, ultimo atto: il presidente Giuseppe Del Regno si è chiuso dentro (la foto della catena al cancello risale a martedì sera) ed insieme a lui ci saranno altri volontari incatenati al cancello di via delle Mura Castellane. Del Regno ha sfidato Pascucci: “Lo aspetto giovedì mattina per fissarlo diritto negli occhi”…staremo a vedere.